Boville Ernica. Evasione fiscale per oltre 7Mln, denunciate 7 persone

cof

Operava nel settore delle sponsorizzazioni sportive, ma non dichiarava tutti i redditi prodotti, né versava all’Erario le imposte dovute. A scoprire l’evasione fiscale, i finanzieri della Tenenza di Sora, a seguito di una complessa indagine economico finanziaria. La società di capitali forniva servizi alle imprese ed in particolare sponsorizzava manifestazioni sportive. I successivi approfondimenti, hanno consentito di rilevare che la società, con sede a Boville Ernica, per alcuni anni non aveva presentato le dichiarazioni fiscali. È stata intrapresa, quindi, nei confronti della società, una verifica fiscale non facile a causa dell’omessa esibizione, da parte del legale rappresentante, dei libri, registri e documenti contabili.  Al fine di quantificare il volume degli affari realizzato dalla società, sono stati effettuati vari controlli incrociati nei confronti di imprese clienti , che hanno consentito di acquisire numerose fatture, e parallelamente indagini finanziarie sui conti bancari e postali intestati all’impresa. Dal 2012 al 2018 la società ha sottratto a tassazione oltre 7 milioni di Euro.

Nel corso degli accertamenti, inoltre, è stato rilevato che la stessa società consentiva l’evasione fiscale ad altre società attraverso l’emissione di fatture relative ad operazioni inesistenti.

I riscontri hanno consentito di individuare due società, con sede in Lombardia, operanti nel settore delle corse automobilistiche, che hanno utilizzato fatture false – emesse dalla società volsca per un ammontare di 111 mila Euro.  Al fine di attribuire all’operazione una parvenza di liceità, sono stati effettuati, a cura delle due società lombarde, i relativi pagamenti attraverso bonifici bancari, accreditati sul conto corrente intestato alla società di Boville. La provvista di denaro, tuttavia, una volta accreditata sul conto corrente societario, è stata trasferita, attraverso vari bonifici, sui conti correnti intestati a 4 persone, residenti tra il sorano e il cassinate. Al termine della verifica, 7 persone – l’amministratore della società verificata, i rappresentanti legali delle due società lombarde e le 4 persone che hanno messo a disposizioni i conti corrente, sono state denunciate alla competente Autorità Giudiziaria.

CONDIVIDI