Cassino: Piano sicurezza dei carabinieri, decine di controlli e perquisizioni sulle arterie del territorio

Il Comando Compagnia carabinieri di Cassino, nell’esecuzione di un Piano sicurezza predisposto dal Comando Provinciale di Frosinone per infondere maggiore tranquillità nei cittadini e fronteggiare il fenomeno dei cosiddetti reati predatori effettuati nelle ore serali, ha predisposto un servizio coordinato preventivo nell’intera giurisdizione della Compagnia cassinate, con la dislocazione di varie pattuglie delle Stazioni dipendenti sulle più importanti arterie del territorio. Tutto questo con il compito di effettuare posti di controllo finalizzati a intercettare persone di interesse operativo.

L’attività di sorveglianza ha permesso di conseguire i seguenti risultati: i carabinieri della Sezione Operativa Radiomobile, nel corso di perquisizioni personali, hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone per detenzione di sostanze stupefacenti ad uso personale un 43enne del posto. L’uomo, nel corso di un controllo della circolazione stradale, aveva assunto un atteggiamento sospetto e pertanto è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare. Ispezione che ha fatto trovare dai militari sulla sua persona 0,864 grammi di cocaina. Nel corso del medesimo servizio, i carabinieri hanno intimato l’alt a un’utilitaria condotta da un 25enne di Cassino, noto alle forze di polizia e già censito per reati in materia di stupefacenti, il quale aveva cercato di sottrarsi al controllo imboccando una stradina adiacente alla vista della pattuglia dell’Arma. In seguito al controllo, il giovane è stato trovato in possesso di grammi 0,533 di cocaina, dichiarandosi assuntore. Successivamente un’altra pattuglia ha effettuato un controllo su un 61enne di un paese limitrofo il quale, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 0,425 grammi di cocaina. I due, pertanto, sono stati segnalati alla Prefettura di Frosinone per detenzione di sostanze stupefacenti a uso personale.

I militari della Stazione di Cassino hanno invece denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza e guida di auto con patente ritirata un 40enne della Città martire, già censito per un analogo reato. L’uomo, sorpreso alla guida di una vettura in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol, riscontrato con l’utilizzo dell’etilometro, è risultato con un valore superiore a quello consentito dalla legge, ovvero 0,75 g/l. Ma da accertamenti successivi i carabinieri hanno accertato che al 40enne,lo scorso 23 gennaio, era stata ritirata la patente in quanto si era rifiutato di sottoporsi all’alcoltest. Pertanto, è stato anche segnalato per tale violazione alla Prefettura di Frosinone.

Sempre i militari della Stazione cittadina hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un 35enne camerunense, domiciliato presso una comunità di Villa Latina, poiché trovato in possesso di un telefono I-Phone, modello 6S, di cui qualche giorno prima era stato denunciato lo smarrimento da un 56enne di Picinisco. L’extracomunitario non ha saputo fornire alcuna spiegazione plausibile circa il possesso del telefono che aveva cercato di camuffare con una cover di altro colore, dopo aver disinserito la scheda telefonica. Dal controllo del numero Imei i militari sono risaliti al legittimo proprietario.

Infine, nell’ambito della stessa operazione, i carabinieri hanno controllato e identificato 78 persone e 54 veicoli; hanno elevato 9 contravvenzioni elevate al Codice della Strada; controllato 12 persone sottoposte agli arresti domiciliari; effettuato 10 perquisizioni personali e veicolari; controllato due esercizi pubblici.