Cisterna. Furto nell’azienda agricola, due arresti

Stavano cercando di portare via da un podere almeno 20 quintali di materiale ferroso e varie attrezzature agricole quando sono stati sorpresi dal proprietario che per fermare la fuga dei malviventi ha sbarrato loro la strada con il proprio mezzo prima che sopraggiungessero i carabinieri impegnati in quel momento in un servizio di controllo del territorio.  I militari del norm della compagnia di Latina in collaborazione con il personale della stazione carabinieri di Borgo Podgora hanno cosi stretto le manette ai polsi di due rom, un giovane di 23 enne , l’altro, invece,  di appena 14 anni , entrambi  gravati da precedenti di polizia, domiciliati presso il campo nomadi di  via del sughereto ad Aprilia  . I militari erano impegnati  in un  servizio di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione ed al contrasto dei reati contro il patrimonio, in particolare contro il fenomeno delle rapine in villa ,quando sono  intervenuti  in zona via Prato Cesarino a Cisterna , dove i due si erano introdotti furtivamente in un’azienda. L’azione dei malviventi è stata però interrotta dal proprietario del podere che per fermare la fuga dei due, che avevano  già caricato il materiale trafugato su di un furgone, con il proprio automezzo ha sbarrato loro la strada . Una manovra che non è di certo piaciuta  ai ladri che si sono scagliati sull’uomo strattonandolo e prendendolo a calci . L’immediato sopraggiungere dei militari dell’arma ha pero permesso di bloccare e trarre in arresto i malviventi evitando che la vittima potesse riportare ulteriori e più gravi conseguenze. L’intera refurtiva è stata recuperata e riconsegnata. Per il giovane di 23 anni si sono aperte le porte del carcere di Latina mentre il 14enne  è stato condotto presso il centro prima accoglienza minori di roma.

CONDIVIDI