Controlli congiunti della Polizia in tre province: arrestato un senegalese, denunciati due pontini

i controlli della polizia il sabato sera

Nella serata di ieri il Cassinate, il Nord Casertano e il Sud Pontino sono stati interessati da servizi congiunti di controllo del territorio per la prevenzione e repressione dei reati predatori, secondo le indicazioni emerse dalla riunione tecnica di coordinamento delle Forze di Polizia delle province interessate, svolta presso la Prefettura di Frosinone lo scorso 9 ottobre.

Dall’incontro, che ha avuto come obiettivo la condivisione di informazioni sullo stato della criminalità organizzata nelle aree citate, in particolare nelle zone di confine che si prestano per conformazione geografica a un’osmosi dei fenomeni criminali, è scaturita la possibilità di realizzare piani di coordinamento e integrazione dei servizi di controllo del territorio, da attuare nelle tre zone.

In tale ambito, sono stati effettuati dalle rispettive Questure ai confini delle tre province interessate, servizi straordinari congiunti di controllo del territorio in forma coordinata, nel rispetto delle competenze territoriali.

Con le unità operative della Squadra Volante e il concorso degli specialisti del Reparto Prevenzione Crimine e della Polizia Stradale, sono stati istituiti 19 posti di controllo, verificata la regolarità di 240 veicoli e identificate 339 persone, 38 delle quali gravate da precedenti penali. Inoltre, sono state ritirate due patenti ed eseguite 3 perquisizioni. Nel corso della citata attività è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Cassino un cittadino senegalese: l’uomo dovrà rispondere di minacce, oltraggio, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

In provincia di Latina, invece, sono state denunciate due persone: una per porto abusivo di oggetti atti a offendere ed una per guida senza patente. Numerosi, infine, i veicoli sospetti fermati e controllati, in transito nella provincia di Caserta.