Ferentino. Aggressione per un debito

Ieri sera, a Ferentino, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri,  nell’ambito si un predisposto  servizio per il controllo del territorio,  hanno arrestato un 23enne di nazionalità Albanese, senza fissa dimora,  già censito per reati contro il patrimonio e la persona, poiché resosi responsabile dei reati di “estorsione, lesioni e resistenza a P.U”.

L’uomo, sin dallo scorso mese di luglio, poneva in essere tentativi estorsivi nei confronti di due persone di Ferentino,  con lo scopo  di ottenere denaro per un presunto ed asserito debito connesso alla cessione di sostanza stupefacente in favore delle vittime

Nel corso dell’ennesima richiesta estorsiva, il giovane  aggrediva entrambe le vittime costringendole a farsi consegnare la somma contante di  Euro 225,00 ed, alla vista dei militari, tentava una precipitosa fuga opponendo una energica resistenza nei confronti degli  operanti che riuscivano a  bloccarlo dopo un breve inseguimento. Contestualmente veniva recuperata  l’intera somma che veniva sottoposta sequestro.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato  presso la Casa circondariale di Frosinone  in attesa dell’udienza per il rito direttissimo, così come disposto  dalla competente Autorità Giudiziaria

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI