Finisce a Frosinone la latitanza di una donna ricercata

Nella mattinata di ieri, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, nel corso di un posto di controllo effettuato all’ingresso del casello autostradale di Frosinone, ha intimato l’alt ad una Fiat Punto con a bordo due donne di origine croata.
Da accertamenti in banca dati delle Forze di Polizia le due risultano avere a loro carico diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio ed una risulta gravata da nota di rintraccio in quanto doveva scontare tre anni e mezzo di reclusione a seguito di una condanna per furto.
La stessa viene quindi tratta in arresto ed associata presso il carcere di Rebibbia a Roma.
L’autovettura sulla quale viaggiano le due donne viene sequestrata poiché sprovvista di copertura assicurativa.
L’intestatario del veicolo è addirittura un nominativo inesistente: procedura questa di solito utilizzata per le autovetture impiegate per compiere azioni criminali.
Sono tuttora in corso accertamenti per chiarire le motivazioni della presenza delle due donne nel capoluogo ciociaro.

CONDIVIDI