Fiumicino. Tenta di truffare un tassista e lo sequestra

Tenta di truffare un tassista e, una volta scoperto, sequestra la vittima. Si tratta di un uomo di 33 anni bloccato dai Carabinieri della Compagnia Aeroporti di Roma insieme ai militari della Compagnia di Colleferro. Già noto alle cronache per numerose truffe ai danni di alberghi della riviera romagnola, fingendosi il rappresentante di una multinazionale nel settore del trasporto pubblico ha tentato di raggiare un tassista romano offrendogli la nomina di direttore commerciale della società. Per quell’incarico, però, avrebbe dovuto sborsare la somma di 2000 euro per l’apertura di una partita IVA internazionale, ovviamente in contanti. Il tassista, che inizialmente aveva creduto alla bontà della proposta, insospettito dall’insistenza delle richieste di denaro ha deciso di rinunciare all’affare. Infuriato, il truffatore ha iniziato prima a minacciarlo, e poi lo ha trattenuto con violenza all’interno del suo taxi, letteralmente sequestrato, tentando di estorcergli la somma di denaro. Solo grazie ad una distrazione del suo aguzzino che si era allontanato per rispondere al telefono il tassista è riuscito a fuggire raggiungendo la caserma dei Carabinieri di Fiumicino Aeroporto. I militari si sono immediatamente messi sulle tracce del malvivente e hanno scoperto che, forse temendo di essere stato denunciato, il truffatore aveva prenotato un volo per Dubai e fissato un appuntamento per il rilascio del passaporto presso il Commissariato di Colleferro. È qui che i Carabinieri lo hanno rintracciato e fermato.