Frosinone-Latina. Spaccio di droga ed estorsione, arresti e denunce

Dalle prime ore di questa mattina, nella provincia  di Frosinone  ed in quella di Latina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone stanno dando esecuzione ad una Ordinanza di Custodia Cautelare nei confronti di 8 persone emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Frosinone, su richiesta della locale Procura, per i reati di concorso per “traffico, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti ed estorsione” posti in essere da personaggi di spicco della criminalità locale, appartenenti ad una nota famiglia di etnia rom. Contestualmente all’esecuzione delle misure cautelari, sono state eseguite numerose perquisizioni locali e personali nei confronti dei destinatari del provvedimento restrittivo, e di altri soggetti a vario titolo implicati nelle attività di indagine.
I provvedimenti restrittivi, sono frutto dell’attività di indagine convenzionalmente denominata “BROKEN SWORD”, condotta dal Nucleo Investigativo, attraverso la quale, emergeva che gli indagati, approfittando oltretutto dell’ostentata prepotenza derivante dal senso di appartenenza “alla propria famiglia”, attraverso una fitta rete clientelare, gestivano una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, perlopiù cocaina, attraverso la quale, venivano loro garantiti ingenti introiti economici, talvolta pretesi dagli acquirenti anche attraverso condotte inequivocabilmente estorsive, tipiche dei gruppi criminali egemoni nei limitrofi territori della provincia di Frosinone. Nel corso delle investigazioni sono stati eseguiti  6 arresti in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti,  1 denuncia in stato di libertà per il medesimo titolo di reato, 3 segnalazioni ai sensi dell’art. 75 d. p. r. 309/90 a carico di assuntori di droghe, per un sequestro complessivo di 700 gr. circa di varie sostanze stupefacenti. Le indagini sono state dirette dal Procuratore della Repubblica Giusseppe de Falco.

Cinzia Cerroni