Frosinone. Omicidio Gloria Pompili, oggi nuovi esami

Continuano le indagini sull’omicidio della 23enne Gloria Pompili, uccisa lo scorso 23 agosto sulla Monti Lepini, all’altezza di Prossedi.

La sua colpa, essersi ribellata a maltrattamenti ed umiliazioni continue da parte dei suoi parenti.

Nel registro degli indagati troviamo la zia Loide Del Prete ed il suo compagno, di nazionalità egiziana, Saad Mohamed. Comparso anche il marito di Gloria, Hady Saad Mohamed Mohamed, indagato per il reato di maltrattamenti. La procura però sta ancora facendo degli accertamenti a riguardo.

La ragazza, forse stanca di una vita sulla strada, quella sera si è difesa per quanto possibile e sotto le sue unghie sono state rinvenute delle tracce organiche. A tal proposito, questa mattina verranno effettuati  un prelievo coattivo del DNA e il tampone faringeo alla zia e al cognato della vittima, rispettivamente reclusi nella casa circondariale di Latina e Rebibbia.

La procura tenta di trovare delle comparazioni con ciò che e stato trovato sotto le unghie della ragazza. Riscontri verranno effettuati anche su delle tracce di sangue rinvenute nella casa dove Gloria ed i suo figli vivevano assieme agli arrestati, sita in Corso Lazio.

Il mese prossimo il giudice del tribunale dei minori deciderà se affidare i figli alla madre di Gloria. Attualmente i bambini si trovano in una casa famiglia a Roma.

Andrea Sellari on FacebookAndrea Sellari on Youtube
Andrea Sellari