FROSINONE: RUBANO PREZIOSI IN UNA CASA, “PIZZICATI” DALL’ARMA UNA 20ENNE E UN BAMBINO CROATI

ieri sera a Frosinone i militari del Nucleo operativo radiomobile della locale Compagnia, allertati dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale carabinieri per una segnalazione di furto, hanno arrestato in flagranza di reato una 20enne croata, domiciliata in un campo nomadi di Roma, insieme a un bambino di 9 anni croato deferito all’Autorità giudiziaria minorile. I due croati, dopo essere penetrati all’interno di un’abitazione nei pressi della Villa comunale di Frosinone, hanno arraffato vari oggetti in oro per un valore di circa 4.000 euro, ma sono stati subito intercettati e bloccati dai militari mentre cercavano di dileguarsi. La refurtiva, nascosta negli indumenti, veniva recuperata e restituita ai legittimi proprietari. La giovane nomade arrestata, al termine delle formalità di rito, è stata associata alla Casa circondariale di Roma-Rebibbia; mentre il bambino, che dopo alcuni accertamenti risultava essersi allontanato da una Casa famiglia della Capitale, è stato accompagnato presso una Casa famiglia del Frusinate.

CONDIVIDI