periferie: avanti con la riqualificazione

l'amministrazione Ottaviani aveva gettato le basi degli interventi di valorizzazione e rinnovo del tessuto extraurbano già negli anni passati, attraverso l'eliminazione del vecchio deposito Cotral e l'innagurazione del primo step della nuova piazza

Dopo l’ammissione definitiva, da parte del Governo, del programma di riqualificazione urbano proposto dall’amministrazione Ottaviani, con investimenti sulle zone periferiche del capoluogo per un ammontare complessivo di circa 18 milioni di euro, i progetti relativi alla riqualificazione urbanistica della zona Scalo e dell’intera fascia di periferia urbana procedono senza interruzioni.
l’amministrazione Ottaviani aveva gettato le basi degli interventi di valorizzazione e rinnovo del tessuto extraurbano già negli anni passati, attraverso l’eliminazione del vecchio deposito Cotral e l’innagurazione del primo step della nuova piazza (prospiciente la chiesa della Sacra Famiglia), dotata di un’ampia area giochi attrezzata e di un nuovo contesto di verde pubblico.

 

L’obiettivo dell’amministrazione Ottaviani, mediante una complessa operazione che vede coinvolte risorse pubbliche e private, è di completare il progetto relativo alla riqualificazione e alla valorizzazione dell’intera area, mediante un restyling completo della stazione ferroviaria e l’ultimazione della grande piazza, sulla quale insisteranno alcune volumetrie commerciali e relativi portici, sul modello delle aree attrezzate che accolgono esternamente, viaggiatori nelle grandi città italiane.

il comune investirà i 18 milioni di euro previsti dalla legge sulla riqualificazione delle periferie, con l’apporto economico dei privati, nella modernizzazione delle architetture e servizi di tutta la fascia periferica, in particolar modo quella posta al confine con i comuni di Torrice, Ceccano,Alatri, Veroli e Patrica.

Andrea Sellari on FacebookAndrea Sellari on Youtube
Andrea Sellari
CONDIVIDI