Gaeta. scoperta casa di appuntamenti

Cercava di fare della prostituzione un business, ma è stato fermato dai Carabinieri di Gaeta, che hanno scoperto una casa di appuntamenti nella zona di Serapo. Denunciato un uomo di 45 anni del posto. Ad insospettire i militari, un insolito via vai di giovani dall’appartamento. Subito sono iniziati i servizi di appostamento e dopo alcuni giorni il blitz nella casa. Appena i Carabinieri hanno fatto irruzione, due giovani hanno tentato di fuggire da un’uscita posteriore, ma sono stati bloccati dagli altri militari che sorvegliavano quell’uscita. I due stavano per consumare un rapporto sessuale con due donne straniere a cui avevano corrisposto 40 euro ciascuna. Anche le donne hanno tentato di fuggire, nascondendosi nel sottoscala del palazzo, ma sono state fermate ed identificate. Le due, entrambe trentenni, originarie del sud-america e munite di permesso di soggiorno, hanno negato l’evidenza dei fatti. I successivi approfondimenti investigativi, basati su ulteriori testimonianze, acquisizioni documentali ed analisi delle comunicazioni telefoniche, hanno permesso di accertare che le straniere erano state reclutate dal 45enne che aveva affittato a proprio nome l’appartamento e, alla totale insaputa dei proprietari, lo aveva adibito a “casa di appuntamento”. Nell’abitazione si alternavano diverse ragazze che vi soggiornavano per brevi periodi pagando all’uomo cospicui importi a fronte dell’”ospitalità” concessa. L’attività era ampiamente pubblicizzata con annunci su siti internet specializzati nel settore, in modo da garantire una costante clientela. E’ emerso inoltre, che l’uomo non era nuovo a tale attività, avendo avuto la disponibilità di altri due appartamenti, tra Formia e Gaeta che aveva devoluto al medesimo uso sempre con il coinvolgimento di donne straniere.

 

CONDIVIDI