Operazione “Labirinto”, indagato anche Vittorio Crecco

La clamorosa vicenda legata all’operazione “Labirinto” della Guardia di Finanza di Roma, che ha portato all’arresto di 24 persone e di 22 persone indagate a piede libero, vede il coinvolgimento certo anche di un ciociaro. A finire nel mirino degli inquirenti è stato Vittorio Crecco (74 anni, di Torrice, ex Direttore Generale dell’Inps). Non è escluso il coinvolgimento di altri importanti nomi ciociari. L’indagine, che tra le altre cose ha visto anche ipotizzare presunti favoritismi per l’assunzione in Poste Italiane del fratello del ministro Angelino Alfano, ruota intorno ad un gruppo di persone organizzate (sempre secondo l’ipotesi accusatoria) nella commissione di frode fiscale, riciclaggio, truffa aggravata nei confronti di enti pubblici. Oltre a questo viene ipotizzata anche l’ipotesi di reato legata alla corruzione.

CONDIVIDI