Piedimonte San Germano. Arrestata la mamma del piccolo di due anni per omicidio

In primo piano una "gazzella" dell'Arma

Non  si è trattato di un investimento, purtroppo la storia ha avuto un triste epilogo. Le indagini dei carabinieri hanno portato ad appurare che sia stata la stessa madre ad uccidere il piccolo di due anni. Lo ha soffocato colpita da un raptus, scaturito da una banale richiesta del figlio di tornare dalla nonna, mentre erano a passeggio, stringendolo al collo e chiudendogli la bocca. Il piccolo è così morto per asfissia. A nulla sono valsi i tentativi del 118 di rianimarlo. In un primo momento la donna, Di Bona Donatella, di 29 anni, nata ad Atina, ma residente a Piedimonte San Germano, aveva riferito ai Carabinieri di un investimento e che un’auto subito dopo era fuggita, poi le indagini hanno condotto a lei. È stata arrestata nella notte per omicidio volontario e portata nel carcere di Rebibbia di Roma. La salma del bambino si trova presso la Camera mortuaria dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

 

 

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI