Piedimonte San Germano. Toglie i sigilli alla sua ditta e si mette a lavorare, denunciato

A Piedimonte San Germano, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri, ha denunciato un imprenditore di 59 anni , titolare di una ditta individuale di autolavaggio “Self Service e rimessa di autoveicoli” , poiché resosi responsabile dei reati di “violazione dei sigilli ed inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità”.

In particolare l’uomo, lo scorso 4 ottobre , era già stato denunciato  dal personale della Asl di Cassino unitamente all’Arpa Lazio di Frosinone, la Polizia Locale e l’Ufficio Tecnico del comune , per lo stesso reato. Infatti, all’epoca, gli operanti, nel corso del controllo, hanno accertato che l’uomo aveva violato alcuni sigilli apposti precedentemente su dei manufatti sottoposti a sequestro penale nel mese di giugno 2016 dalla Polizia Locale di Piedimonte San Germano . Inoltre aveva depositato rifiuti speciali pericolosi sul nudo terreno senza alcuna autorizzazione oltre che realizzato, in totale assenza di permesso di costruire, alcuni manufatti in cemento e ferro su un suolo demaniale e comunale.

Nella mattina di ieri, quindi, i militari si sono recati all’interno della struttura sequestrata al fine di verificare i sigilli apposti, che erano stati rimossi dal 59enne . E’ stato inoltre sorpreso mentre stava svolgendo l’attività di lavaggio di alcune autovetture ed automezzi pesanti, in violazione del  provvedimento del Tribunale di Sorveglianza a cui era sottoposto.