Pontecorvo. Sequestrati 100 Kg di fuochi d’artificio

Le Fiamme Gialle del Gruppo di Cassino, nel corso del servizio di pubblica
utilità “117”, hanno sottoposto a controllo, presso il casello autostradale di Pontecorvo
(FR), un furgone condotto da una persona, risultata gravata da numerosi precedenti per
reati fiscali.
I finanzieri, insospettiti dall’atteggiamento evasivo dell’autista, decidevano di approfondire
il controllo durante il quale rinvenivano circa 100 kg di materiale ad alto potenziale
esplodente e nello specifico fuochi d’artificio appartenenti alle categorie F1, F2 e F3 per i
quali è prevista apposita autorizzazione. Oltre ai petardi, tra l’altro già innescati, venivano
trovati anche dei mortai utilizzati per il lancio dei fuochi, a dimostrazione dell’imminente
impiego degli stessi in uno spettacolo pirotecnico.
L’intervento delle Fiamme Gialle ha così consentito di ritirare dal mercato artifizi pirotecnici
non sicuri, scongiurando il pericolo di esplosioni accidentali dovute all’assenza di
qualsivoglia misura antinfortunistica.
All’esito delle attività venivano sottoposti a sequestro 100 kg di artifici pirotecnici, 35 mortaie 1.300 bocche di fuoco, tra batterie e petardi.
Il conducente del furgone, residente nell’hinterland sorano, è stato deferito alla Procura
della Repubblica presso il Tribunale di Cassino per la violazione all’art. 678 del Codice
Penale in quanto risultato sprovvisto della prevista documentazione sia autorizzativa che
fiscale.
Prosegue l’attività della Guardia di Finanza nel contrasto al commercio illegale del
materiale pirotecnico, al fine di salvaguardare il rispetto delle regole e della legalità e
tutelare i cittadini che rischiano di acquistare prodotti pericolosi e di dubbia provenienza.

Cinzia Cerroni