Roma. Furti a Roma Nord, presa la banda

Giravano con una Rover ed erano diventati l’incubo di Roma nord con i loro furti negli esercizi commerciali, nelle aziende e nelle abitazioni. La banda è stata però smantellata dai Carabinieri della Compagnia Roma Cassia che hanno arrestato quattro persone mentre per una quinta è scattato l’obbligo di presentazione in caserma. Le indagini dei militari della Stazione La Storta, durate quattro mesi, hanno permesso di ricostruire le dinamiche del gruppo criminale, composto da cittadini romeni, che metteva a segno i suoi colpi tra la Cassia, Osteria Nuova e Campagnano, e aveva il vantaggio di vivere proprio in queste zone e quindi di conoscerle bene, così come gli obiettivi da colpire. Fondamentale per l’inchiesta è stata la collaborazione dei cittadini che hanno notato e segnalato ai Carabinieri la presenza in zona di una berlina Rover poco prima dei furti. È da qui che i militari sono risaliti a quello che è risultato il capo della banda che si avvaleva, oltre che dei complici fermati, anche di una fitta rete di contatti criminali che fornivano basi di appoggio per la refurtiva e per gli autori dei furti subito dopo i colpi.  5 al momento i furti accertati tra novembre e dicembre scorso, ma su altri sono in corso ulteriori indagini. In un caso, dopo un furto ad un noto ristorante della zona tra tablet, computer, e alimenti dal valore di migliaia di euro, i ladri sono tornati dopo 10 giorni ma sono caduti nella trappola dei Carabinieri. Nel corso delle indagini sono state arrestate altre due persone e sequestrati diversi attrezzi, di alto valore, per mettere a segno i furti.