Roma. Marijuana, arrestati due pusher

“Bella Frà!”. Un innocente saluto in dialetto romanesco che, nel codice inventato dai 2 pusher arrestati dalla Polizia di Stato, indicava invece la richiesta di marijuana. A scoprire lo smercio sono stati gli uomini del Reparto Volanti. Insospettiti dall’atteggiamento di 3 ragazzi dentro ad una vecchia auto hanno deciso di approfondire il controllo.  Uno ha tentato una maldestra fuga, mentre gli altri 2 sono stati bloccati ancora dentro la macchina. Dopo una breve indagine i poliziotti hanno scoperto che uno dei tre, il più giovane e non ancora 17enne, era l’acquirente mentre gli altri due erano fratelli ed erano gli spacciatori. I due mini pusher, 20 e 17 anni, stavano vendendo per 20 euro 3 pezzi di hashish all’adolescente.  Gli agenti hanno poi perquisito l’abitazione dei due fratelli;   nella loro camera sono stati trovati  più di 3 etti di hashish e marijuana, nel giardino, nascosta da un cespuglio, cresceva rigogliosa una pianta di marijuana  ed in un magazzino degli attrezzi i due ragazzi avevano allestito una mini-serra completa di lampade e sistema di aereazione.  I due fratelli sono stati arrestati.

CONDIVIDI