Sud pontino. Furti nel santuario di Gaeta e il convento di Itri

Ladri in azione in due comunità religiose del sud pontino. Lo rende noto l’Arcidiocesi di Gaeta che, con l’arcivescovo  Luigi Vari, condanna gli episodi ed esprime solidarietà. Il primo colpo è stato messo a segno venerdì scorso nel convento dei Padri Passionisti della città di Itri, mentre il secondo il 12 marzo ai danni della comunità dei Padri del Pime al santuario della Santissima Trinità, alla montagna spaccata di Gaeta. I furti sono avvenuti la sera durante la cena. I ladri sono entrati nelle stanze private dei religiosi portando via oggetti e denaro. Le forze dell’ordine sono già al lavoro per rintracciare i responsabili. L’auspicio dell’arcivescovo di Gaeta Luigi Vari è che si continui a lavorare per la sicurezza e la vigilanza dei luoghi sacri e che gli autori dei due furti siano presto assicurati alla giustizia. L’arcidiocesi invita inoltre a segnalare prontamente alle forze dell’ordine eventuali elementi utili alle indagini sui colpi messi a segno a Gaeta e a Itri.

 

 

CONDIVIDI