Terracina. Falsi test per i permessi di soggiorno, perquisizioni a raffica

Continuano le indagini sui falsi di test di lingua italiana per il permesso di soggiorno da parte del commissariato di polizia di Terracina di concerto con la Procura di Latina. Nei giorni scorsi sono state eseguite mirate perquisizione per rinvenire documenti contraffatti utilizzati per il conseguimento illecito di permessi di soggiorno.  L’indagine del commissariato aveva consentito di scoprire anomalie su alcune istanze presentate da cittadini stranieri. Le recenti perquisizioni hanno riguardato migranti che abitano nelle zone della frazione di Borgo Hermada, a Terracina. Gli agenti di polizia nel corso delle operazioni hanno rinvenuto e sequestrato la documentazione riconducibile a soggetti extracomunitari e relativa appunto al superamento di falsi test di lunga italiana. La documentazione oggetto delle verifiche sarà attentamente vagliata dagli investigatori. Nel corso delle operazioni di polizia giudiziaria sono stati sequestrati anche degli apparecchi cellulari in uso agli indagati che pure saranno oggetto di opportuni accertamenti tecnici per appurare se contengano elementi riconducibili ai reati commessi. Il personale della squadra volante del commissariato di Terracina ha inoltre eseguito paralleli controlli sui veicoli e mezzi in possesso o in uso ai soggetti extracomunitari interessati dalle indagini procedendo al sequestro di un’autovettura perché trovata sprovvista di copertura assicurativa, senza revisione e condotta da persona che non aveva mai conseguito la patente di guida.

 

CONDIVIDI