Con un falso profilo conosce ragazza su facebook e la sequestra in casa tentando rapporti sessuali

Questa mattina a Piglio, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, a seguito di una richiesta  di aiuto pervenuta sull’utenza 112 da parte di una ragazza di Roma, traevano in arresto in flagranza di reato per sequestro di persona un 32enne romano già censito per violenza sessuale, proprietario di una abitazione a Piglio.

L’uomo, dopo aver conosciuto la ragazza sui social network presentandosi con generalità diverse dalle sue, dopo una serata trascorsa insieme in un ristorante del posto, ha condotto la ragazza nella propria abitazione di Piglio.

Giunti all’interno della casa, lo stesso ha chiesto insistentemente per diverse ore di avere un rapporto sessuale con la giovane ed al suo continuo diniego le ha impedito di andar via chiudendo la porta d’ingresso a chiave.

La malcapitata, nonostante vari tentativi di convincere l’uomo a lasciarla andare e le insistenti urla, solo grazie ad un momento di sua distrazione, è riuscita a chiedere aiuto tramite 112, comunicando di trovarsi nel centro di Piglio e di essere stata sequestrata, senza riuscire a dare altre utili notizie per l’individuazione dell’abitazione. Immediatamente il Comandante della Stazione, unitamente all’equipaggio del Nucleo Radiomobile, intuito di chi potesse trattarsi, proprio per essere intervenuto in analoga circostanza alla fine del 2015, si sono portati sul posto,  attirati dalle forti urla della ragazza. Dopo aver chiesto invano di aprire, temendo per l’incolumità della stessa, i militari sono stati costretti a sfondare la porta d’ingresso facendo irruzione nell’abitazione. Qui hanno soccorso la ragazza e bloccavato l’uomo, il quale sottoposto a  perquisizione personale è stato trovato in possesso della chiave della porta blindata d’ingresso, custodita all’interno della tasca dei pantaloni.

La ragazza, nonostante lo stato di forte agitazione e di ansia, si è rifiutata di sottoporsi alle cure dei sanitari  mentre l’uomo è stato trattenuto presso le camere di sicurezza. A conclusione del rito direttissimo, tenutosi quest’oggi, l’A.G. ha convalidato l’arresto disponendo a carico dell’arrestato il divieto di dimora a Piglio.

Cinzia Cerroni