Veroli – Si ricaricava la carta con documenti falsi, pizzicato dai Carabinieri

(immagine di repertorio)

Veroli – Secondo i Carabinieri, che lo hanno scoperto e denunciato, un attempato signore di origini napoletane, si sarebbe ricaricato la carta di credito utilizzando i documenti falsi ai danni di una malcapitata verolana. Lei non si spiegava come mai il suo conto si era ristretto ed ha presentato una denuncia. L’accusa che è stata formulata a carico del 68enne napoletano è di “sostituzione di persona”, “possesso di documenti falsi” e “frode informatica in concorso”. Ed è su quest’ultimo capo d’imputazione che si devono posare le attenzioni poiché i Carabinieri stanno cercando chi ha aiutato l’imputato a realizzare il travaso di soldi da una carta all’altra per 1500 euro.

Cinzia Cerroni