Istituzione area di crisi Cassino-Sora, Pompeo: altra dimostrazione della centralità della Provincia

“Un altro strumento a disposizione per rilanciare l’economia della nostra provincia, in particolare quella dell’area sud, del Cassinate e del Sorano, che potrà dare più forza alla ripresa dell’indotto automobilistico legato ad Fca e alle altre specificità produttive di questi territori come l’industria del marmo, della carta e del manifatturiero, senza contare le possibili nuove idee imprenditoriali che potrebbero avviarsi e che tutti auspichiamo. Un ringraziamento al Ministero per lo Sviluppo Economico che ha dimostrato, ancora una volta, attenzione per il nostro territorio, per il quale già era stata decretata, a settembre, l’istituzione dell’Area dei crisi complessa per il sistema lavoro Frosinone-Anagni, apripista degli interventi straordinari di sostegno allo sviluppo economico della nostra terra e avviato con la delibera del Consiglio provinciale dello scorso mese di maggio.
Una dimostrazione, quella delibera, di come la Provincia può svolgere un ruolo centrale a sostegno della crescita del territorio, obiettivo principale dei prossimi due anni alla guida di questo ente.
La politica dunque sta svolgendo il suo ruolo, quello di creare le condizioni per lo sviluppo, ora c’è bisogno di uno scatto in avanti di tutti gli stakeholders locali per trasformare queste opportunità in occasioni concrete di produzione, dunque di occupazione, ricchezza, crescita dell’economia”

E’ quanto afferma il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, in merito all’istituzione dell’Area di crisi non complessa per le zone di Cassino e Sora e i relativi comuni da parte del Ministero dello Sviluppo Economico.

CONDIVIDI