Elezioni Ceccano – Piroli: “Prima i contenuti poi il nome”

Emanuela Piroli

Ceccano – La candidatura di Emanuela Piroli a sindaco di Ceccano si pone come aggregazione di sinistra (Federazione dei Verdi, Coordinamento della Sinistra, (PRC,PCI, Possibile) e Cives. Anche Gianni Querqui ne fa parte (in un precedente articolo avevano errato collocazione) poiché come ci hanno fatto notare e hanno precisato dalla coalizione (con nota a nome Valentino Bettinelli) fa parte dell’associazione Cives. Inoltre, sempre dalla coalizione precisano che la Piroli non fa ufficialmente parte del Pd da oltre un anno (cioè dalla famosa battaglia).

Di seguito il comunicato che ufficializza la candidatura della Piroli:

“Il processo di elaborazione del programma e di confronto ampio e articolato tra componenti politiche, partiti e realtà civiche del centrosinistra ceccanese, ha dato un primo importante risultato. Federazione dei Verdi Europei, Partito della Rifondazione Comunista, Possibile, Comunisti Italiani, Cives, in un percorso condiviso, hanno individuato in Emanuela Piroli il loro candidato a sindaco. Una scelta ponderata, che è il risultato della convergenza su un progetto politico-amministrativo, e su una personalità che è espressione e sintesi delle esigenze emerse. Emanuela non è un politico di professione, ma una militante politica per passione e per amore della sua città.

“Sono onorata di rappresentare questa idea di amministrazione, soddisfatta che la scelta sia il frutto di una importante e produttiva discussione sul futuro della città e ringrazio chi ha riposto la propria fiducia nei miei confronti. La collegialità che ne è alla base, è un valore aggiunto, perché mi garantisce la collaborazione di una squadra che si è compattata intorno ad un obiettivo comune, che è Ceccano, il bene di Ceccano, il miglioramento della qualità di vita della città. Prima i contenuti, poi il nome. L’ambizione è dare una risposta ai tanti cittadini orfani di una rappresentanza politica di centro e di sinistra e/o delusi dalla attività delle precedenti amministrazioni. È una scelta, ci tengo a sottolineare, che parte dal “basso”, da Ceccano. Ci riconosciamo nei principi e nei valori del centrosinistra, in netta contrapposizione con gli ex né né né, che si sono subito palesati nella destra peggiore, condividendone tutte le scelte, inclusa la diffusione di fake news a mero scopo propagandistico. La priorità è invertire una tendenza che ha relegato in secondo piano gli interessi della città, a favore di interessi di partito e personalistici, trasformando Ceccano in un serbatoio di consensi per chi, poi, ha ignorato le esigenze primarie. Ci proponiamo di trasmettere quello scatto d’orgoglio nei cittadini, che li renda protagonisti di un cambiamento radicale. Ci proponiamo come l’unica vera alternativa ad una pessima gestione della cosa pubblica e ad una destra arrogante e inconcludente. Perseguendo il già iniziato processo di aggregazione, invitiamo tutte le realtà politiche e associative a condividere il nostro progetto, contribuendo alla realizzazione di un programma partecipato. Mi assumo, oggi, con gioia e determinazione, una grande responsabilità, mi sento pronta ad affrontare una battaglia dura, che non è solo elettorale, ma anche socio culturale, di valori e contro certi schemi vecchi e deteriorati che hanno ridotto Ceccano a estrema periferia della provincia, a città dormitorio, nonostante le grandi potenzialità, i tanti talenti, le risorse storiche e paesaggistiche. Bisogna opporsi alla rassegnazione, rimboccarsi le maniche e lavorare per un presente e un futuro migliori, per una città attrattiva, inclusiva e competitiva, in cui si voglia arrivare e non da cui si desideri scappare”.

Ora si tratta di riempire di contenuti e di azioni un’agenda già fitta di temi e questioni da tempo irrisolti. Nelle prossime settimane sarà reso pubblico il cronogramma degli appuntamenti con gli elettori”.

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week