L’Osservatorio Astronomico di Campo Catino compie trent’anni

Verrà celebrato il 14 marzo alle 16.30, nel Salone di Rappresentanza della  Provincia di Frosinone, il trentennale dell’ Osservatorio Astronomico di Campo Catino, con la presentazione del documentario scientifico “CONTATTO COSMICO”. La cerimonia, che si preannuncia come un evento culturale di alto livello, verrà condotta dal giornalista Franco Foresta Martin, prestigiosa firma scientifica del Corriere della Sera, più volte ospite nella trasmissione Superquark  di Piero Angela. Il pubblico ed i numerosi invitati verranno accolti  dal Presidente della Provincia Antonio Pompeo che testimonierà come l’Ente di Piazza Gramsci  sia stato in assoluto il primo in Italia, nel lontano 1983, a decidere di realizzare un Osservatorio Astronomico pubblico.  Fatto questo che impone una riflessione, oggi più che mai, sull’importante ruolo che le province possono ricoprire per la promozione socio-culturale del territorio.  Con la consegna dei locali nel marzo del 1987 iniziano, anche se con piccoli telescopi,  le attività dell’Osservatorio di Campo Catino che si è imposto subito all’attenzione nazionale per l’originale idea di essere stato realizzato in montagna e non in zona urbana e con la finalità di svolgere non solo attività divulgative ma anche di vera e propria ricerca scientifica.  La bontà del progetto, attuato dalla Provincia, venne riconosciuta dalla Regione Lazio che, su proposta dei consiglieri Danilo Collepardi e Lino Diana, approvòla L.R. 22/88 di sostegno all’Osservatorio di Campo Catino, prima di questo genere in Italia. E grazie a questo intervento economico la Specola ernica si è potuta  dotare di quello che era, nel 1991, il più grande telescopio non professionale d’Europa. Innumerevoli i successi raccolti in 30 anni dall’Osservatorio di Campo Catino: 42 scoperte di nuovi oggetti celesti,140.000 visitatori, 400 eventi culturali che hanno coinvolto 80.000 persone, oltre 135.000 contatti sul sito web con 285.000 pagine visitate.   Il nuovo documentario “Contatto Cosmico”,  illustrerà il mondo delle ricerche di frontiera svolte dai nuovi grandi Osservatori realizzati in questi anni negli USA come LBT in Arizona, l’Hobby Heberly in Texas ed il NRAO in New Mexico. Un resoconto appassionante, basato su riprese originali effettuate dai ricercatori di Campo Catino nel corso di una spedizione scientifica  che raccoglie ben 10 tappe astronomiche ed altre di tipo naturalistico, che si conclude con uno sguardo sui telescopi di prossima generazione che finalmente saranno in grado di scoprire se i nuovi pianeti extra-solari scoperti ospitano forme  di vita o civiltà aliene.  Parteciperanno all’iniziativa del 14 marzo delegazioni di scuole e numerosi amministratori locali e regionali confidando anche nell’intervento del Presidente Nicola Zingaretti. Il Direttore dell’OACC Mario Di Sora oltre che a ringraziare tutti  coloro che hanno reso possibile il raggiungimento di questo importante traguardo parlerà anche dei progetti futuri che la Specola potrà attuare con il sostegno di Provincia e Regione.

Cinzia Cerroni