I vincitori e i premiati al terzo Premio Letterario Internazionale di Arce

Il premio letterario internazionale “Città di Arce” , con la terza edizione che ha visto partecipare oltre 200 autori da tutto il mondo, si è conquistato uno spazio importante e qualificato nel panorama nazionale. Alla presenza di personalità del mondo della cultura, delle istituzioni locali ed accademiche, domenica pomeriggio la giuria ha designato i vincitori che hanno partecipato alle sei sezioni messe a concorso. Ecco, per sezione, l’elenco dei premiati: Sezione narrativa 1° Massimo Polimeni (Roma) con “Quel che resta del buio”; 2° Daniele Bondi (Modena) con “Il caso Cartesio”; 3° Flavio Ubaldini (Heidelberg – D) con “Il volo delle chimere”; menzioni a Cinzia Bellotti (San Fermo della Battaglia) con “Ti guardo e mi chiedo”; Antonio Santagata (Cerreto Sannita) con “Samnes, Amore e guerra al tempo dei Sanniti”; Emilia Fragomeni (Genova) con “Il senso della vita”. Sezione saggistica 1° Claudio Tugnoli (Trento) con “Libero arbitrio”; 2° Renzo Paternoster (Gravina di Puglia) con “Campi. Deportare e concentrare”; 3° Emanuele Ranci Ortigosa (Milano) con “Contro la povertà”; menzioni a Giuseppe Baiocco (Montefano) con “L’emisfero della poesia”; Silvana Errico (Cassino) con “CILX, 5182 scritto nella pietra”; Giacomo Pellicanò (Terni) con “Due vite una storia”. Sezione Poesia Edita 1° Alessandra Scarano (S. Venanzo) con “Le parole di Estia”; 2° Fulvia Marconi (Ancona) con “Amor che d’amor si nutre e sazia”; 3° Rodolfo Vettorello (Milano) con “Le fragili imperfette geometrie”; menzioni a Emilia Fragomeni (Genova) con “Il respiro del tempo”; Lidiana Fabbri (Rimini) con “Mulìghi”; Rita Muscardin (Savona) con “Avremo cuori d’argento”. Sezione Poesia Inedita 1° Luciano gentiletti (Rocca Priora) con “La casa vuota”; 2° Anna Maria Dedodato (Palmi) con “Vecchia bambina”; 3° Emilia Fragomeni (Genova) con “Crudele il tempo”; menzioni a Stefano Peressini (Carrara) con “Come timide corolle”; Maria Michela Punzi (Ancona) con “Io brindo al meriggio ventoso”; Giancarlo Interlandi (Acitrezza) con “Un’infinita catena di mani”. Sezione Poesia per la Pace 1° Luca Foscale (Biella) con “Guerra”; 2° Umberto Vicaretti (Roma) con “Bruciano ancora”; 3° Alessandro Giuseppe Matassa (Bari) con “Ebrezza d’amore”. Sezione Racconto breve 1° Paolo Borsoni (Ancona) con “Il viaggio di Stig”; 2° Andrea Carloni (Torri di Quartesolo) con “Passeggeri”; 3° Pierluigi Gemma (Arce) con “I binari del cuore”; menzioni a Giovanna Fanizza (Mola di Bari) con “9 ottobre 1958”; Franco Sorba (Moncalieri) con “Catalan talgo”; Alberto Corigliano (Bologna) con “Cristo nel metrò”. Menzioni speciali e Premi Menzione speciale a Giuseppe Panetta (Siderno) con “I bronzi di Riace”; Premio del Presidente a Arianna Camilletti (Fiumicino) con “Barando al solitario”; Premio alla Carriera a Michele Battaglino (Pisa) con “Racconti basilicatesi”; Miglior autore straniero a Emir Sokolovic (Zenica – Bosnia Herzegovina) con “I venti”.

Dario Facci on BloggerDario Facci on FacebookDario Facci on Youtube
Dario Facci
Direttore at Pertè Online
Dario Facci è un giornalista e un fotografo, ha iniziato nella rivista mensile “Lo Stato delle Cose” e ha lavorato presso RTM RadioTeleMagia, RTM Televisione, TVN Televisione, Lazio Tv. Ha diretto Ciociaria Oggi, l’edizione frusinate de L’Opinione, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Perté Magazine, Il Regionale, La Provincia Quotidiano.

E’ attualmente direttore di Perté Week, Perté Online e Radio Pertè. Ha collaborato con L’Unità, La Repubblica, Sinistra Europea, Qui Magazine, To Be, Ciociaria Turismo. Sue fotografie sono state pubblicate su Ciociaria Oggi, La Repubblica, L’Unità, iI Tempo, La Gazzetta del Mezzogiorno, Novi Listi Glas Istri (Croazia), Primer Acto (Spagna), Village Voice (Stati uniti d’America), La Maga (Cile), To Be, Qui Magazine, Accademia del Buongustaio, Numero Zero, Pertè Magazine, Perté Week