Anagni: Un milione e 600mila euro dalla Regione per riconvertire l’ex ospedale, la soddisfazione del sindaco Bassetta

“Accogliamo favorevolmente la notizia dell’approvazione, da parte della Giunta regionale, del progetto del Centro di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica che si vuole istituire all’interno del presidio ospedaliero di Anagni. Prendiamo anche atto positivamente del fatto che l’investimento previsto è quasi raddoppiato, passando da un milione a un milione e 600mila euro. Un progetto innovativo, nel quale è coinvolto anche il Ministero dell’Ambiente e per il quale ringraziamo il presidente Nicola Zingaretti e l’assessore regionale Mauro Buschini”.

Lo ha dichiarato oggi il sindaco della Città dei Papi Fausto Bassetta dopo la comunicazione dell’aumentato investimento regionale per la riconversione dell’ex presidio ospedaliero.

“E’ importante dire che questo Centro è una parte, anche se fondamentale tenuto conto che il nostro territorio si trova all’interno del Sin Valle del Sacco e quindi in un’area in piena emergenza ambientale,  di ciò che si sta programmando per il presidio ospedaliero anagnino”, ha aggiunto il sindaco. Quindi, Bassetta ha così concluso: “Le modifiche apportate all’Atto aziendale della Asl di Frosinone, approvate dall’Assemblea dei sindaci,  prevede che il pronto soccorso del presidio ospedaliero di Anagni sarà inserito nell’area di emergenza che include le strutture di Frosinone e Alatri. Inoltre, è stata già deliberata l’istituzione di 20 posti letto per la degenza infermieristica e la riattivazione delle sale operatorie con una equipe che distribuirà gli interventi tra Frosinone, Anagni e Alatri. E ancora, è stato assunto l’impegno di ristrutturare il reparto Radiologia, con messa in sicurezza e nuove apparecchiature e sarà in funzione il mammografo digitale per lo screening dei tumori femminili”.