Cassino: aggredisce un carabiniere per sfuggire a un controllo antidroga, arrestata una 26enne

Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH

Ieri sera a Cassino, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia cittadina, nell’ambito di specifici servizi finalizzati alla prevenzione e repressione del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale, una 26enne. La giovane era già censita per reati in materia di stupefacenti, rapina e atti persecutori.

La donna era stata notata da una pattuglia dell’Arma, mentre camminava a piedi nei pressi della stazione ferroviaria in quanto si aggirava nella zona, in compagnia di un uomo, con atteggiamento sospetto. Sottoposti entrambi a perquisizione personale dai militari, la 26enne veniva trovata in possesso di  0,33 grammi di cocaina, confezionata con cellophane. Ma durante l’operazione di polizia, allo scopo di eludere la perquisizione, la giovane si scagliava contro i carabinieri, procurando ad uno di essi alcune lesioni.

Poichè ne ricorrevano presupposti di legge, la donna è stata tratta in arresto e successivamente, come disposto dall’Autorità giudiziaria, e rinchiusa in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione. Invece, lo stupefacente è stato posto sotto sequestro. La 26enne è stata anche segnalata alla Prefettura di Frosinone quale assuntrice di sostanze stupefacenti.