Frosinone: Domani notte Museo Archeologico aperto con l’esibizione musicale del maestro Mariani

Domani, sabato 20 maggio, il Museo Archeologico di Frosinone proporrà l’apertura serale gratuita dalle 21 alle 23, aderendo così  alla XIII edizione dell’evento internazionale “La Notte dei Musei” che apre i luoghi di cultura nelle fasce serali e notturne.
La visita alle importanti collezioni della Città di Frosinone, esposte nella suggestiva cornice delle sale dedicate alla lunga storia del territorio, sarà accompagnata dalle note del Maestro Giulio Mariani che eseguirà brani di Bach, Busser, Debussy, Honegger, Kreisler, Telemann. Il Maestro di Flauto traverso, diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, ha partecipato a corsi di perfezionamento musicale tenuti da Severino Gazzelloni presso l’Accademia Chigiana di Siena e da P.L. Graf a Sermoneta, oltre che a master-class con diversi flautisti di fama internazionale, quali Nicolet, Schultz, Larrieu e Artaud. Laureato in Lettere moderne con tesi in Storia della musica, svolge attività concertistica in svariate formazioni musicali da camera e orchestrali e coltiva interessi musicologici di ampio raggio. Il Maestro Giulio Mariani, Insegnante di Flauto traverso presso l’Istituto Comprensivo Primo e il Liceo Musicale “Anton Giulio Bracaglia” di Frosinone, si sta specializzando, negli ultimi anni, nella didattica musicale di base, in particolare nel metodo di ritmica integrale Jacques-Dalcroze.
“Il nostro museo, diretto dalla dottoressa Maria Teresa Onorati, è divenuto meta costante di interesse da parte di visitatori provenienti anche dall’estero – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – L’apertura serale di sabato, nell’ambito della Notte dei Musei, permetterà a molti di partecipare a un’iniziativa che unirà archeologia e musica, grazie anche alle melodie sapientemente interpretate dal M° Giulio Mariani. L’investimento sulla cultura che stiamo portando avanti, in vari settori, da molti anni, indica anche il livello di attenzione che la collettività, in modo crescente, riserva alla conservazione delle proprie origini e del patrimonio identitario, sul quale proprio i giovani appaiono, ormai, come i soggetti maggiormente interessati”.
Scarica gli allegati selezionati
Allegati archiviati nello spazio Documenti
locandina.jpg (426 Kb)
Il M° Giulio Mariani.jpg (45 Kb)
Sala romana (particolare)… (630 Kb)