Provincia devastata dagli incendi, Ciacciarelli (FI) chiede alla Regione un maggiore spiegamento di uomini e mezzi

Pasquale Ciacciarelli
Emergenza incendi in provincia di Frosinone, anche questa mattina un violento rogo ha devastato il territorio di Villa Santa Lucia, distruggendo ettari di verde. Una situazione ad altissimo rischio che ha richiamato l’attenzione del coordinatore provinciale di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli.
“Gli effetti della riforma Madia non si fanno attendere – dichiara in proposito l’esponente azzurro – Mi riferisco all’emergenza incendi boschivi che sta investendo l’Italia, non lasciando incolume la nostra provincia, dove stamane un esteso incendio ha interessato il Comune di Villa Santa Lucia. In seguito alla soppressione del Corpo Forestale, è venuto meno quel  presidio costante sul territorio da sempre assicurato dai suoi uomini. Fra le conseguenze peggiori della transizione dei forestali in altri Corpi e nella pubblica amministrazione c’è  il complesso ruolo dei Dos, addetti agli spegnimenti, un compito che necessitava di personale specializzato, rimasto attualmente scoperto. Tanto che adesso i vigili del fuoco sono costretti a una corsa contro il tempo per formare il personale nella difficile mansione. Nel contempo, gli ex forestali specializzati in questo settore sono impossibilitati a offrire il proprio contributo, relegati in ruoli inferiori o addirittura privati di mansioni, in attesa di decreti attuativi previsti dalla riforma. Credo che questa situazione di stallo, iscritta in un quadro caotico, non giovi affatto all’amministrazione del territorio, alla salvaguardia delle nostre risorse paesaggistiche e alla sicurezza degli stessi cittadini in quanto, non dimentichiamolo, gli incendi bischivi molto spesso anche nella nostra Provincia rappresentano  una minaccia alle abitazioni. Qiundi – conclude Ciacciarelli – Bisogna assicurare un presidio fisso atto alla salvaguardia del territorio, sciogliendo al più presto i nodi burocratici che impediscono al personale specializzato di prestare servizio e, nel contempo, riattivando gli elicotteri della Forestale che giacciono inutilizzati a causa di problemi burocratici legati ai protocolli di volo. Nella gestione delle emergenze, come nella prevenzione, un ruolo fondamentale spetta agli enti locali. Pertanto, la Regione Lazio si attivi assicurando un piano capace di colmare le carenze di fondo, attraverso un maggiore e strutturato spiegamento di uomini e mezzi”.