Regione e parti sociali siglano l’accordo quadro per il sostegno al reddito dei disoccupati in provincia di Frosinone

E’ stato siglato nel pomeriggio di oggi a Roma l’accordo quadro fra la Regione Lazio e parti sociali, volto a salvaguardare il reddito dei disoccupati che hanno lavorato nelle aree di crisi industriale complessa di Frosinone e Rieti. L’intesa, la prima in Italia, sostiene e tutela tutti i lavoratori per i quali quest’anno termina l’indennità di mobilità. La novità consiste nel coniugare il sostegno del reddito legato con politiche attive per il lavoro.

“Questo accordo – dichiara l’assessore regionale al Lavoro, Pari opportunità e Personale Lucia Valente – è il frutto della collaborazione fra Stato e Regione, oltre della straordinaria capacità di ascolto del territorio da parte dei sindacati dei lavoratori. L’obiettivo – prosegue l’assessore Valente – è favorire l’occupazione in territori come Frosinone e Rieti, fortemente colpiti dalla crisi con misure straordinarie a tutela delle persone. Ringrazio il Ministero del Lavoro  e delle politiche sociali e l’Inps per la sinergia fra Istituzioni che ci ha consentito in tempi rapidi di indicare, con l’accordo odierno, le modalità operative di attivazione degli strumenti di sostegno al reddito. Mi appello – conclude la Valente – a tutti gli imprenditori dei territori delle aree di crisi complessa della nostra Regione, affinché offrano un’opportunità ai disoccupati beneficiari di questo accordo. Ricordo che tra le politiche attive del lavoro disponibili vi sono anche il tirocinio extracurriculare e il bonus di 8mila euro per le assunzioni a tempo indeterminato”.