Alatri: Rischio chiusura per l’asilo nido, allarme della Fp-Cgil

“Come temevamo sembra sempre più concreta l’ipotesi che l’Amministrazione comunale di Alatri voglia portare alla chiusura per morte lenta l’asilo nido municipale”. Lo afferma in una nota firmata dal segretario generale Giancarlo Cenciarelli il sindacato Fp-Cgil di Frosinone.

“E’ notizia dello scorso fine settimana di un incontro tra Amministrazione, cooperativa e lavoratrici – prosegue il documento – durante il quale il Comune ha annunciato la volontà di tagliare del 25% i fondi destinati al servizio. Oltre a questo. l’Amministrazione ha deciso di aumentare in maniera corposa le rette che i genitori dei piccoli utenti sono chiamati a pagare. Minori risorse e maggiore carico sulle famiglie, a parere di questa organizzazione sindacale, porteranno entro breve tempo, alla chiusura del servizio confermando i timori che tutto sia finalizzato a una prossima privatizzazione dell’asilo nido, con la trasformazione in baby parking. In passato, durante i vari confronti con l’assessore ai Servizi Sociali, abbiamo evidenziato come i costi dei servizi sociali siano rappresentati quasi esclusivamente dalle spese per il personale. Per questo motivo, abbiamo sempre ribadito che non si può decidere di tagliare il costo del servizio senza avere definito il progetto del servizio stesso, con particolare riferimento all’organizzazione del lavoro e agli orari di apertura del nido. Il tutto nel rispetto della normativa regionale che fissa gli standard minimi nel rapporto tra educatrici-personale ausiliario, e bambini iscritti. La Fp-Cgil – conclude la nota del segretario Cenciarelli – ritiene la proposta dell’Amministrazione una decisione scellerata che non tiene conto né della dotazione minima del personale prevista dalla legge, né del costo determinabile come quota minima dalle tabelle ministeriali. Contro questa scelta, la Fp-Cgil chiamerà alla mobilitazione il personale e le famiglie degli utenti attuali e futuri”.