“Cassino Arte”, dal 3 al 6 agosto quattro big dello spettacolo

Entra nel vivo la rassegna “Cassino Arte 2017”. Dopo il successo di pubblico ottenuto in questo primo mese di attività, con le performance del maestro Marco Nereo Rotelli e le sue Scritture di luce sull’Abbazia di Montecassino; gli spettacoli dell’associazione “Attori per caso”; del Cut e dell’associazione “Il Giardino della Musica” con la Traviata; con le serate di Multietnica e da ultimo con lo straordinario concerto della Banda “Don Bosco”, dal 3 al 6 agosto si esibiranno nell’ordine; Maurizio Battista, Roberto Vecchioni, Giobbe Covatta ed Enzo Avitabile. Grandi nomi dello spettacolo italiano che impreziosiscono la rassegna “Cassino Arte 2017”.

“Rivolgo un vivo ringraziamento a tutte le associazioni e organizzatori che fino a questo momento hanno regalato serate meravigliose al pubblico della Rassegna Cassino Arte 2017 – ha dichiarato il sindaco Carlo Maria D’Alessandro – E’ bello vedere il Teatro romano gremito di persone come è accaduto ieri per la performance della Banda Don Bosco di Cassino, diretta dal maestro Marcello Bruni, che per il sesto anno consecutivo ha dedicato il proprio concerto alle principali colonne sonore cinematografiche. I prossimi spettacoli vedranno protagonisti alcuni importanti artisti italiani come Vecchioni, Battista, Covatta e Avitabile che non hanno certamente, bisogno di presentazioni. Invito dunque tutta la cittadinanza a partecipare anche perché venendo al Teatro Romano per godersi gli show in programma si contribuirà a dare una mano a chi ha bisogno e a far confluire risorse nel Fondo Sosteniamo, destinato alle famiglie meno abbienti della nostra città. Infatti, un euro per ogni biglietto venduto nei quattro spettacoli sarà destinato a questo progetto in cui io e la mia squadra di governo crediamo molto”.

“Abbiamo un calendario per tutti, – ha detto l’assessore alla Cultura Nora Noury – impreziosito da nomi di caratura nazionale, ma anche dal contributo delle tante realtà associative di Cassino e dei comuni limitrofi che quotidianamente lavorano per lo sviluppo culturale del territorio. La cultura rappresenta un elemento importante non solo per lo sviluppo della città, ma anche del Lazio Meridionale. Ringrazio dunque tutte le associazioni che in questo periodo si sono messe a disposizione per riuscire a presentare un programma di qualità”.