Picinisco: Torna “Pastorizia in Festival”, due giorni di tradizioni e spettacoli

Giunto alla 16esima edizione torna anche quest’anno “Pastorizia In Festival”, l’espressione della tradizione, della cultura e della terra di Picinisco, da sempre a vocazione pastorale. La kermesse, che si svolgerà il 9 e 10 agosto, è promossa dall’Amministrazione comunale con la collaborazione delle associazioni locali e dell’intera comunità.  “Pastorizia in Festival – spiega il sindaco Marco Scappaticci – è nata con il preciso obiettivo di promuovere e valorizzare la nostra terra, i prodotti, la cultura e le nostre tradizioni agresti. Da queste tradizioni, ancora oggi hanno origine i nostri genuini frutti del pascolo, caratterizzati dall’unicità della biodiversità dell’ecosistema dei nostri pascoli, primo fra tutti il Pecorino Dop di Picinisco, eccellenza gastronomica italiana. Pastorizia in Festival è ormai un appuntamento consolidato e frequentato da migliaia di visitatori ogni anno che da questa edizione assume anche la dimensione internazionale, con la presenza di produttori provenienti dal Portogallo”.

“Nel ricco programma di eventi estivi realizzati con il contributo della Banca Popolare del Cassinate – afferma il presidente della Bpc Donato Formisano – spicca Pastorizia in Festival, diventata ormai una consuetudine felice che vede muoversi di pari passo il nostro Istituto e il Comune di Picinisco. Una sinergia ormai consolidata e che, negli anni, è andata rafforzandosi anche con l’apertura di uno sportello Atm proprio a Picinisco per offrire servizi efficienti a tutta la cittadinanza e ai tanti turisti. Sono certo che anche quest’anno la manifestazione otterrà il successo che merita e farà conoscere sul nostro territorio e nel mondo la bontà dei prodotti locali”.

Quindi, il 9 e il 10 agosto saranno due giorni in cui i tanti eventi previsti consentiranno al turista di immergersi nella vita e nei sapori della pastorizia di una volta. “Sui passi del pastore”, una suggestiva giornata insieme al pastore e al suo gregge tra i sentieri della transumanza; “Il tratturo del gusto”, percorso gastronomico con degustazione di piatti tipici della transumanza, la “Terrazza del pastore”, racconti di viaggi spostamenti e migrazioni legate alla storia del Pecorino Dop di Picinisco, o ‘Pastorelli all’opera’ (brillante idea attraverso la quale i bambini ospiti si cimentano nella produzione del formaggio guidati dai consigli degli esperti Michele Grassi e Loreto Pacitti), sapientemente miscelati con musica popolare, gastronomia, balli, corsi di strumentazione e intrattenimenti vari, saranno un’occasione autentica per immergersi nella millenaria storia di Picinisco fondata sulla pastorizia. Per conoscere nel dettaglio il vasto programma e le modalità di partecipazione, si può consultare il sito www.pastoriziainfestival.com.