Anagni: Controlli e prevenzione dei reati, due giorni di superlavoro per l’Arma

SONY DSC

Ieri 31 agosto e nella giornata di oggi, i carabinieri dei reparti dipendenti dalla Compagnia di Anagni, sono stati impegnati in un servizio straordinario per il controllo del territorio, programmato dal Comando Provinciale di Frosinone sia per prevenire i reati in genere, sia per garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini. L’intensa attività di polizia ha permesso di denunciare in stato di libertà 8 persone, di inoltrare 2 proposte per l’irrogazione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio e di elevare 23 contravvenzioni al Codice della Strada.

In particolare, a Paliano sono stati deferiti a piede libero due romeni rispettivamente di 44 e 45 anni, poiché responsabili del reato di minaccia aggravata. I due, infatti, per futili motivi, hanno minacciato di morte altre due persone con un coltello, che è stato sequestrato.
Denunciato anche un 41enne polacco per il reato di violenza privata e inosservanza obblighi della sorveglianza speciale. L’uomo, già sottoposto alla misura preventiva, non ha rispettato il divieto impostogli dal Tribunale di Frosinone di non avvicinarsi all’abitazione della ex compagna, violando così le prescrizioni impostigli. Deferite una 24enne, di nazionalità nigeriana per aver violato l’ordine di lasciare il territorio nazionale emesso dalla Prefettura di Frosinone il 22 febbraio 2017, e una 47enne romena per furto aggravato. La donna, dopo avere subito il distacco dell’utenza Enel dalla propria abitazione ha manomesso i sigilli di chiusura del contatore.

Infine a Morolo, sono stati denunciati a piede libero un 26enne del posto per il reato di disturbo del riposo delle persone. Il giovane, nonostante non avesse alcuna autorizzazione, aveva organizzato una serata danzante creando con la musica ad alto volume, oltre l’orario previsto, disturbo al riposo delle persone che intorno alle ore 2,30 chiamavano ripetutamente i carabinieri. Stesso provvedimento per un 37enne residente ad Alatri, per il reato di  getto di cose pericolose. L’uomo, infatti, è stato sorpreso a gettare sulla Strada tatale 5 alcuni sacchi contenenti rifiuti vari, materiale in plastica, nonché divani e altre suppellettili. Contestualmente, al 37enne è stato imposto l’obbligo di ripristinare i luoghi e provvedere allo smaltimento dei rifiuti tramite una ditta specializzata. Denunciata anche una 25enne romena, in quanto già colpita da foglio di via obbligatorio, tornata nel Comune di Ferentino senza alcuna autorizzazione.
Nel medesimo contesto, i militari hanno segnalato alla alla Prefettura di Frosinone per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale non terapeutico un 18enne di Anagni trovato in possesso di 4,3 grammi di hashish; hanno avanzato la proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio nei confronti di due persone gravate da numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, in quanto non erano in grado di giustificare la propria presenza nell’ambito della giurisdizione della Compagnia.

Infine, in ottemperanza delle ordinanze emesse dai Comuni di Ferentino e Morolo per contrastare il fenomeno della prostituzione sulla pubblica via, sono state elevate nei confronti di meretrici 10 contravvenzioni dell’importo di 50 euro ciascuna, mentre a 13 automobilisti che si erano fermati nei pressi delle prostitute sono state elevate contravvenzioni al Codice stradale per intralcio alla circolazione. Sempre questa mattina, a Morolo, i carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà un 59enne del luogo,  per il reato di minaccia e oltraggio a Pubblico ufficiale. L’uomo, già noto alle Forze dell’ordine, per varie truffe e attualmente in regime di detenzione domiciliare, ha rivolto frasi offensive e minacciose nei confronti dei militari che si erano recati presso la sua abitazione per una notifica emessa dall’Autorità giudiziaria.