Frosinone: Presentato in Questura il Premio “Intelligenze multiformi del nostro tempo”

Questa mattina, nella sala riunioni della Questura, si è svolta la conferenza stampa per la presentazione del Premio “Intelligenze multiformi nel nostro tempo – In memoriam Giuseppe Sinopoli”, in programma giovedì prossimo 28 settembre, alle ore 20,30, presso il Teatro Nestor del Capoluogo.

“Oggi più che mai il mondo ha bisogno di risorgere”. Sono le parole di Uto Ughi, pronunciate nel corso di un’intervista rilasciata qualche anno fa al quotidiano “Avvenire”, che adesso assumono particolare risonanza se riferite all’evento di cui il maestro lombardo sarà protagonista a Frosinone.
Il violinista, acclamato dalla platea mondiale nell’ambito di una carriera ricca di riconoscimenti, costellata anche dall’impegno per la diffusione della cultura e del patrimonio musicale internazionale, riceverà infatti nel Capoluogo ciociaro il “Premio Intelligenze multiformi nel nostro tempo” nel ricordo di un’altra importante personalità, il direttore d’orchestra, compositore e saggista Giuseppe Sinopoli, scomparso 16 anni fa.

L’evento, come ha illustrato il questore Filippo Santarelli, è stato organizzato dalla Questura e dall’Orchestra da Camera di Frosinone, con il patrocinio della Prefettura, del Comune di Frosinone e della Regione Lazio. I proventi della vendita dei biglietti saranno interamente devoluti al Comune di Amatrice i cui abitanti, dopo il sisma dello scorso anno, stanno lottando per risorgere dalla devastazione e dal dolore. Per l’occasione, è stato invitato all’evento il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. La cerimonia per il conferimento del Premio “Intelligenze multiformi nel nostro tempo – In memoriam Giuseppe Sinopoli” prevede tre episodi distinti e successivi.

Il primo vedrà il concerto di Uto Ughi, violino e Bruno Canino, pianoforte, centrato su alcune tra le pagine più suggestive ed emozionanti del repertorio concertistico. Seguirà una breve conversazione “in voce” con il Maestro Ughi su argomenti relativi alla sua azione di musicista, operatore culturale e intellettuale impegnato nel “discorso pubblico” intorno alla musica nel nostro tempo; la conversazione sarà ampliata dall’intervento di Maurizio Agamennone, professore di Etnomusicologia all’Università di Firenze. Infine, il maestro Uto Ughi riceverà il premio, con la lettura della motivazione, dal sindaco Nicola Ottaviani, rappresentato questa mattina dall’assessore alla Cultura Valentina Sementilli.

Il costo del biglietto in platea (1° settore) è di 25 euro; 20 euro per il 2° settore, 10 euro per la galleria. I biglietti del concerto sono in vendita a Frosinone, in piazza VI dicembre, presso il Teatro comunale Nestor; in via Marittima 5, presso Casa Musicale Vicini; in via Tiburtina 222, presso Edicolé; in via Madonna della Neve 77, Pasticceria Dolcemascolo; in via Vado del Tufo 67, presso la segreteria del Questore; in via Firenze 34, Pino Rotili Beauty Atelier.

Il Presidente dell’Orchestra da Camera di Frosinone, Annarita Alviani, intervenuta per l’occasione con il Maestro Maurizio Turriziani ha sottolineato come “per la seconda volta consecutiva la città di Frosinone sarà la capitale europea della musica e della solidarietà”.
Alla realizzazione del grandioso evento hanno dato il loro prezioso contributo anche realtà economiche del nostro territorio: Autotrasporti Pigliacelli, Bonollo, Banca Popolare del Frusinate, Otovision, De Vellis Servizi Gloabali, Cialone Noleggio Pullman Gran Turismo, Villa Algisa, Banca Popolare di Fondi, Rems di Ceccano e Prima spa.