S. Giovanni Incarico: Si inventa una rapina per coprire la perdita al gioco, 56enne denunciato per simulazione

La scorsa serata, i carabinieri della Stazione di San Giovanni Incarico, insieme ai militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Pontecorvo, hanno denunciato a piede libero per simulazione di reato un 56enne del luogo, incensurato.

L’indagato, nella mattinata di ieri, si era presentato presso la Stazione dei carabinieri di San Giovanni Incarico per denunciare che durante la notte, mentre rientrava a casa con la propria auto, aveva subito una rapina in strada da parte di un malvivente armato di coltello, che si era fatto consegnare il portafogli contenente 700 euro. Il 56enne ha spiegato anche di non avere sporto subito la denuncia poiché il rapinatore lo aveva minacciato di gravi conseguenze qualora si fosse rivolto alle Forze dell’Ordine.

La vicenda raccontata dal 56enne, però, non ha convinto militari, che hanno effettuato un’immediata attività investigativa da cui sono emerse una serie di contraddizioni nel racconto dell’uomo e nella effettiva ricostruzione dei fatti. Il 56enne, messo di fronte all’evidenza, è crollato confessando che la denuncia, dettata dalla disperazione, era stata il frutto della sua fantasia. L’uomo ha ammesso di aver sperperato l’intera somma al gioco d’azzardo e di aver inscenato i fatti per giustificare l’ammanco di denaro alla sua famiglia.