Anagni: Operazione “Rave Party”, la Polizia Stradale smantella la banda dei furti negli autogrill (video)

Sei persone arrestate e altre cinque denunciate a piede libero per una serie di furti di generi alimentari commessi presso gli autogrill delle aree di servizio La Macchia Est ed Ovest sull’autostrada A/1, nel tratto che attraversa il Comune di Anagni.

È il bilancio complessivo dell’operazione denominata “Rave Party”, condotta dagli uomini della Sottosezione della Polizia Stradale di Frosinone. Gli arrestati e i denunciati sono giovani di età compresa tra i 19 ed i 30 anni, residenti in varie parti d’Italia, che hanno  comune la passione per i raduni musicali rave.
Le indagini sono state attivate sin dai primi giorni del mese di novembre dello scorso anno, dopo una serie di furti, commessi per lo più in orari serali e notturni, all’interno del market dei due Autogrill situati nelle aree di servizio La Macchia Est ed Ovest.

Le modalità riscontrate erano sempre le stesse: gruppi di giovani, composti da più persone, dopo essere entrati nel market, compivano una serie di scorribande prelevando ingenti quantità di generi alimentari (salumi, tranci di prosciutto, parmigiano, dolci e prodotti alcolici) che nascondevano all’interno di borsoni e sotto i giubbotti, dopo avere rimosso i dispositivi antitaccheggio. Subito dopo, uscivano dall’autogrill senza passare per le casse, realizzando profitti per oltre 500 euro a colpo.

Dopo una serie di verifiche delle riprese video dei circuiti di telesorveglianza e dopo alcuni servizi in borghese svolti all’interno delle aree di servizio, la Polizia Stradale ha identificato undici giovani risultati coinvolti a vario titolo nei furti messi a segno negli autogrill, ma anche in vari supermercati delle cittadine di Colleferro e Valmontone. I generi alimentari venivano poi rivenduti sia tramite la filiera dei ricettatori campani, che durante i raduni di musica rave organizzati in varie parti dell’Italia centrale dove numerosi giovani si ritrovano in capannoni o altri luoghi abbandonati anche per diversi giorni.

Grazie a tale tipo di attività illecita gli identificati sono riusciti a realizzare consistenti guadagni, rivendendo i generi alimentari provento di furto. I risultati investigativi forniti all’Autorità giudiziaria hanno consentito di emettere un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone, due uomini  entrambi 27enni, residenti rispettivamente a Velletri e in provincia di Pisa e una donna, di 28 anni di Colleferro.

Nel corso dell’attività investigativa sono stati inoltre arrestati in flagranza di reato, martedì scorso, per una serie di furti appena commessi presso alcuni supermercati di Valmontone, un altro uomo di 30 anni e altre due donne, una 20enne e una 28enne, tutti della provincia di Napoli. Le stesse persone che, circa una settimana, prima erano state fermate lungo l’autostrada A/1 e sorprese con circa 2.000 euro di merce appena trafugata in due distinti colpi presso un supermercato di Valmontone e l’autogrill dell’area di servizio La Macchia Ovest.
L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita nelle prime ore di questa mattina a Velletri, Colleferro e Cascina (PI) dagli uomini della Polizia Stradale di Frosinone. È al vaglio degli investigatori la posizione delle altre persone identificate, che per il momento restano indagate a piede libero. Il danno complessivo provocato ammonta a oltre 7.000 euro. Tutte le persone identificate dovranno rispondere davanti ai giudici del Tribunale di Frosinone di una lunga serie di furti aggravati.