Roccasecca: Ideal Standard, 8 ore di sciopero nel gruppo e ancora presidio delle maestranze

Anche la Segreteria della Femca-Cisl di Frosinone ha commentato l’incontro tenuto oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico con i responsabili del gruppo Ideal Standard sulla chiusura dello stabilimento di Roccasecca. La riunione è stata presieduta dal ministro Calenda, alla presenza del presidente della Regione Zingaretti, delle Istituzioni locali e delle parti interessate.

Nonostante la disponibilità del Ministro e della Regione nel mettere a disposizione del gruppo Ideal Standard tutti gli strumenti necessari a garantire la continuità del sito produttivo, l’azienda ha ribadito la volontà di chiudere lo stabilimento. Il ministro Calenda, però, ha invitato perentoriamente l’azienda a sospendere il provvedimento di chiusura, per consentire una soluzione con un altro imprenditore, impegnandosi a riconvocare un incontro entro 15 giorni. L’azienda, però, si è riservata di rispondere.

Le organizzazioni sindacali, e quindi la Femca-Cisl, hanno giudicato positivamente l’azione del ministro auspicando che tale soluzione venga realizzata in tempi brevi con un progetto industriale concreto e affidabile. I sindacati hanno anche ribadito il loro giudizio fortemente critico nei confronti della Ideal Standard che, nonostante gli impegni presi pochi mesi fa al Mise di presentare un piano industriale di sviluppo delle attività in Italia, ha deciso inopinatamente la chiusura dello stabilimento roccaseccano.

Pertanto, a fronte delle decisioni aziendali, le Segreterie nazionali e territoriali insieme al Coordinamento delle Rsu del gruppo Ideal Standard, hanno programmato 8 ore di sciopero in tutte le sedi italiane, nonché l’eventualità di rimettere in discussione gli accordi in corso sulla competitività.
Intanto, i lavoratori di Roccasecca continueranno il presidio dello stabilimento fino a quando non verrà trovata una soluzione positiva che consenta il mantenimento dei posti di lavoro per tutte le 294 persone occupate.