Frosinone: Sesto Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori, vince il “Giuliano Gabriele Ensemble”

Il “Giuliano Gabriele Ensemble”, formato da musicisti dei Conservatori di Frosinone e Salerno, è il vincitore della sesta edizione del Festival Nazionale ed Europeo dei Conservatori – Città di Frosinone. E per la prima volta nella storia della manifestazione, sono salite sul podio tre formazioni provenienti dal “Licinio Refice” del Capoluogo ciociaro. Infatti, il secondo posto lo hanno conquistato i giovanissimi “Birth of Kameleon”, il terzo “I Trillanti”.

La manifestazione condotta da Mary Segneri è stata organizzata dall’Amministrazione Ottaviani e dal Conservatorio “Refice”, con il sostegno del main-sponsor Banca Popolare del Cassinate e con l’ausilio di Consorzio per lo Sviluppo Industriale di Frosinone, le società De Vizia, ElettroBlu e L’Auto. Anche quest’anno, la rassegna si è confermata amatissima tra il pubblico della provincia e non solo.

La formula del Festival, nata nel 2013 da un’intuizione dell’Amministrazione Ottaviani, continua a mantenere vivo l’interesse di una vasta e composita platea. Infatti, la manifestazione si è distinta in questi anni per il suo equilibrio che ne ha fatto uno spettacolo di qualità per un pubblico di appassionati di musica, capace di dare visibilità a giovani strumentisti di tutta Italia ed Europa, premiando il loro impegno e il loro talento.

Inoltre, nel corso delle varie serate, c’è stato spazio anche per le interviste a personalità che hanno conseguito prestigiosi risultati in ambito culturale, sportivo, imprenditoriale, scientifico, diventando così un esempio da seguire, in particolare per i giovani. Un format unico, dunque, che, sera dopo sera e anno dopo anno, continua ad appassionare una platea numerosissima, attenta ed esigente, portando in città turisti e musicofili provenienti da ogni parte del Paese.

Sul palco hanno premiato vincitori e sponsor gli assessori Valentina Sementilli, Maria Teresa Collalti e Rossella Testa, il consigliere delegato ai grandi eventi Gianpiero Fabrizi, il consigliere Corrado Renzi, il segretario generale comunale Angelo Scimè, il direttore e il presidente del “Refice”, rispettivamente il Maestro Alberto Giraldi e il professor Domenico Celenza.

Sono intervenuti, fra gli altri, il presidente della Banca Popolare del Cassinate Donato Formisano, il responsabile della “De Vizia Transfer” Antonio Spinelli e la professoressa Lucia Di Cecca, referente dei progetti di Internazionalizzazione per il “Refice”.

“Riuscire per il sesto anno a portare a Frosinone i migliori Conservatori italiani segna sicuramente una tappa importante nel consolidamento della tradizione del Festival che, in poco tempo, è divenuto un format unico a livello nazionale e internazionale – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – Da una parte abbiamo i giovani talenti che, insieme ai loro docenti, hanno la possibilità di calcare per la prima volta un palcoscenico di grande rilevanza; dall’altra, abbiamo la promozione di un’eccellente immagine culturale per il nostro territorio, utile anche sotto il profilo turistico. Le oltre 20mila presenze registrate nel corso delle serate, infatti, hanno annoverato un pubblico attento proveniente da ogni parte della Penisola che, sia per motivi di sostegno ai propri musicisti, sia per mera curiosità, ha scoperto la realtà del Capoluogo, ignorata o comunque estranea ai grandi circuiti della cultura nazionale fino a pochi anni fa e oggi protagonista a pieno titolo”.