Anche il Sole 24 Ore stronca l’economia della provincia di Frosinone

Il Segretario della Uil , Anita Tarquini, sprona gli stakeholder territoriali: "Bisogna invertire la rotta"

Anita Tarquini - Uil

Lo studio del Sole 24 Ore sulla ricchezza nelle provincie italiane boccia anche Frosinone. La Segretaria Territoriale della UIL Frosinone Anita Tarquini commenta così: “Continuiamo ad essere molto bassi in classifica per quel che riguarda i redditi, al 76° posto, ma anche per spesa delle famiglie (70°), indebitamento (68°), depositi (77°) e ricorso ai prestiti personali (80°). Tutti chiari indicatori di una economia locale che fa fatica ad uscire dalle secche di una stagnazione che ancora non vede la luce in fondo al tunnel. A maggior ragione se consideriamo che la nostra provincia ha la poco edificante 101° posizione, su 107 provincie italiane, in materia di protesti. Segno evidente, anche questo, di una importante crisi e che i nostri concittadini per poter andare avanti e finanziarsi ricorrono anche a canali alternativi alle banche e/o alle poste e che non riescono ad onorare gli impegni presi. Questa è la triste realtà che dobbiamo leggere in questi numeri che, in quanto tali, non sono di certo opinabili. Restiamo fermamente convinti della necessità che tutti gli operatori economici del territorio, a partire dalle istituzioni politiche ed amministrative, per passare alle associazioni di impresa, debbano prendere necessariamente atto della situazione ed immaginare interventi forti ed importanti per invertire la tendenza”.

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI