Atina: Nascondeva in casa quattro pacchetti di hashish, 29enne arrestato dai carabinieri

Continuano senza sosta i servizi di contrasto dei reati connessi allo spaccio di stupefacenti messi in atto dalla Compagnia carabinieri di Cassino su tutto il territorio di competenza.

Questa mattina, con l’ausilio del Nucleo Cinofili Santa Maria Galeria di Roma, sono stati predisposti servizi di pattugliamento sulle principali arterie che attraversano la giurisdizione mediante posti di controllo, esecuzione di perquisizioni domiciliari mirate, nonché ispezioni di luoghi frequentati da pregiudicati, spacciatori e tossicodipendenti.

Nel corso di tali servizi sono stati conseguiti i seguenti risultati. Ad Atina, i militari della locale Stazione, coadiuvati da quelli di Picinisco, dal Norm di Cassino e da due unità cinofile di Roma, hanno arrestato in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di  stupefacenti un 29enne del luogo, già censito per un analogo reato.

Il giovane, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita su delega della Procura della Repubblica di Cassino, è stato trovato in possesso di 4 confezioni di hashish, del peso complessivo di circa 85 grammi, che teneva nascoste all’interno di un cestino di vimini, posto sotto il porticato della sua abitazione. Invece, all’interno della camera da letto i carabinieri hanno rinvenuto un bilancino di precisione e cellophane simile a quello usato per il confezionamento della droga, che hanno sottoposto a sequestro insieme al quantitativo di hashish.

Stante la flagranza di reato, il 29enne è stato tratto in arresto e dopo le formalità di rito ristretto ai domiciliari nella sua abitazione in attesa dell’udienza di convalida, secondo le disposizioni dell’Autorità giudiziaria.