Cassino: Doppia truffa on-line e resistenza a Pubblico Ufficiale, pugliese 43enne arrestato dalla Polizia

Un annuncio on-line, relativo alla vendita di un quad, attira l’attenzione di un 43enne pugliese che si rivelerà un truffatore. L’uomo aveva già colpito un malcapitato con lo stesso modus operandi: un assegno circolare predisposto per il pagamento, risultato poi falso, e il ritiro del mezzo tramite un meccanico di fiducia.

L’episodio viene riferito agli agenti del Commissariato di Cassino dalla “prossima” vittima, memore proprio della trappola in cui era caduto qualche giorno prima un suo parente.
Acquisite le informazioni utili, i poliziotti pianificano una strategia per incastrare il malfattore.

L’appuntamento per la compravendita del mezzo è fissato al casello autostradale della Città Martire. Il pugliese arriva alla guida di una Fiat Multipla, con carrello al seguito, quando viene fermato da una pattuglia della Polizia Stradale. Nel frangente intervengono anche gli agenti del Commissariato. L’uomo è privo di documenti e pertanto si decide di procedere a foto-segnalazione. Il fantomatico meccanico oppone resistenza, spintonando e strattonando gli operatori di Polizia.

Scatta subito l’arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e, in seguito alle due truffe messe a segno ai danni dei due venditori on-line, l’uomo viene anche denunciato per truffa, inchiodato dai contatti con le due vittime che aveva memorizzato sul telefonino.