Ciclovia da Paliano a Porta Maggiore, finanziato il primo tratto

Achille Bellucci
Una ciclovia da Roma a Paliano, lungo l’antico percorso della ferrovia che collegava Fiuggi alla capitale. Il progetto, messo in campo da Uncem Lazio, il sindacato delle comunità e dei comuni montani, non è una chimera. Tutti i comuni sul tragitto che collega Porta Maggiore a Fiuggi e poi da Fiuggi a Paliano, hanno aderito. Una prima parte del progetto, presentato dalla XII Comunità Montana degli Ernici è stata anche finanziata dalla Regione per circa un milione e mezzo di euro. Si tratta di un percorso di circa 25 chilometri di pista ciclabile che collega Fiuggi, Acuto, Piglio, Serrone e Paliano.
“Ora si dovrà passare alla seconda fase dell’istruttoria – commenta il Presidente di Uncem Lazio, Achille Bellucci, e ci potrebbe essere qualche aggiustamento nella consistenza del finanziamento. L’importante è il primo passo compiuto. La visione di Uncem Lazio inizia a prendere corpo e di questo, senza infingimenti, va dato merito anche al Presidente del Consiglio Regionale, Mauro Buschini come pure al Consigliere regionale Sara Battisti che hanno sposato in pieno il nostro ambizioso obiettivo. Siamo stati presi sul serio, ci hanno ascoltato. Il progetto, del resto, prende vita da un’organizzazione che ha una visione globale della montagna del Lazio, dei suoi problemi e delle sue istanze e che ha la competenza per suggerire una visione di sviluppo dell’autentico tesoro, sempre più dimenticato che sono le nostre catene montuose e i centri che vi sono incastonati.
La Regione Lazio è talmente convinta dello sviluppo dei collegamenti ciclistici che ha finanziato progetti per la realizzazione di 500 chilometri di questi percorsi. Siamo dunque ottimisti anche sul prosieguo della nostra avventura, per quel che riguarda il finanziamento anche del resto del percorso fino a Roma.
E’ immediato comprendere – conclude il presidente Bellucci – quale sia l’importanza della ciclovia che conduce da Roma direttamente a Fiuggi e poi a Paliano passando per le spettacolari vedute dalla valle dell’Aniene. E poi, in un futuro, magari il collegamento anche a sud dell’antica ferrovia, quella delle Vicinali, che da Fiuggi, passando per Alatri, arrivava fino a Frosinone.
Cinzia Cerroni