di Alessandro Lunghi – SALUTIAMO I GIGANTI

Con il pareggio contro il ChievoVerona si chiude ufficialmente il campionato di Serie A 2018/2019. Una stagione sofferta sin dagli inizi e, conti alla mano, peggiore della prima storica promozione datata 2015/2016, quando i punti totalizzati dai ragazzi di Roberto Stellone furono 31 (ben 6 in più rispetto ai 25 cumulati quest’anno).

La squadra (di Longo ieri e Baroni oggi) non è mai parsa realmente in grado di affrontare la massima categoria: troppe differenze tecniche e tattiche sono venute fuori quest’anno nel confrontarsi con le migliori squadre italiane. Si è provato a gennaio, durante la sessione invernale di calciomercato, a porre rimedio con l’acquisto di giovani come Valzania, Viviani e Trotta che però non hanno aggiunto il valore necessario per il definitivo salto di qualità.

Un peccato non esser riusciti di nuovo a centrare l’obiettivo-salvezza, a differenza di quanto fatto in passato da altre società come Crotone e SPAL (quest’ultima confermata in Serie A anche il prossimo anno).

Si ripartirà dalla cadetteria: nuovo ciclo, nuovi calciatori e, chissà, nuovo allenatore.

Salutiamo i giganti, con la promessa di rivederci presto…