Frosinone. Registro tumori, i commenti di Frusone e Segneri

“L’approvazione definitiva della rete nazionale dei registri dei tumori e del referto epidemiologico, significa maggiore prevenzione, terapie migliori e un aiuto prezioso alla ricerca scientifica: fattori imprescindibili per tutelare al meglio la salute dei cittadini” dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle Luca Frusone ed Enrica Segneri.

“Grazie a questo provvedimento – affermano i due portavoce M5S alla Camera – renderemo operativi, nei tempi stabiliti dalla legge, gli strumenti indispensabili per contrastare la diffusione delle patologie e per favorire le pratiche virtuose di prevenzione. Un modus operandi ben diverso dall’irresponsabile comportamento del Presidente della Regione Lazio, Zingaretti – rimarcano i deputati pentastellati – che è stato presentato come fautore di un nuovo corso per il Pd, ma che, in qualità di Presidente della Regione, carica ricoperta da circa 6 anni, non è stato in grado di realizzare un registro tumori completo e rispondente agli standard nazionali e internazionali”

I deputati pentastellati, Frusone e Segneri, evidenziano come “la legge votata in Parlamento obblighi Zingaretti a rendere pienamente valido e operativo il registro tumori del Lazio, i cui dati sanitari dovranno confluire nella rete nazionale. Poniamo così rimedio alla trascuratezza nei confronti della salute dei cittadini e alle priorità sbagliate stabilite da Zingaretti”

Frusone e Segneri in chiusura sottolineano come l’azione della maggioranza sia decisa a rendere concreti per i cittadini gli effetti positivi dei provvedimenti votati in Aula, a differenza di quanto accade alla Regione Lazio dove “Zingaretti – rilevano i deputati M5S – da anni si occupa solo di fare annunci, che magari gli saranno stati utili per scalare il suo partito, ma che di certo non stanno consentendo ai cittadini del Lazio di avere una sanità adeguata, nonostante le indiscusse capacità e professionalità degli operatori del settore”

Cinzia Cerroni
CONDIVIDI