Frosinone: Tariffe retroattive per i rifiuti a Colfelice, la Giunta Ottaviani propone un nuovo ricorso

L'interno dello stabilimento Saf di Colfelice

A Frosinone la Giunta Ottaviani ha approvato la proposizione del ricorso “per secondi motivi aggiunti” contro gli aumenti tariffari retroattivi decisi da Regione Lazio e Saf per l’utilizzo dell’impianto di Colfelice, relativamente al 2015.

Il Comune, attraverso una delibera di Giunta del 27 giugno 2018, aveva già autorizzato la proposizione del ricorso al Tar del Lazio contro il provvedimento della Direzione Politiche Ambientali e Ciclo dei rifiuti della Regione, avente come oggetto “Impianto Saf di Colfelice – Determinazione tariffa di accesso all’impianto”.

Con una deliberazione di Giunta successiva, è stata autorizzata la proposizione del ricorso per motivi aggiunti, in opposizione alla determinazione con cui la Direzione Regionale Politiche Ambientali e Ciclo dei rifiuti ha confermato i criteri di calcolo, basati sui cosiddetti costi effettivi, ai fini della determinazione della tariffa per  lo smaltimento e trattamento dei rifiuti nell’impianto di Colfelice.

Con determinazione dirigenziale, la stessa Direzione Regionale Politiche Ambientali ha approvato gli aumenti retroattivi della tariffa per l’uso dell’impianto di Colfelice nel 2015. Il Comune di Frosinone, quindi, ha ritenuto opportuno proporre i secondi motivi aggiunti nel ricorso.