Roccasecca. Discarica, Ciacciarelli al fianco dei cittadini

 “I cittadini dei paesi della media Valle del Liri, che abitano nei pressi dell’impianto Saf di Colfelice e della mega discarica di Cerreto di Roccasecca, continuano a sentire odori acri e nauseabondi nell’aria.  La mattina quando portano i loro figli a scuola, molti genitori sono costretti a tappargli la bocca per non fargli respirare un’aria tutt’altro che salubre. La situazione di disagio dura già da diversi anni ed è diventata intollerabile. Queste persone non vanno lasciate sole. Per questo torno a ribadire che  la provincia di Frosinone non può essere la pattumiera della Capitale,  urge un riequilibrio territoriale, in termini di gestione dei rifiuti, che non veda più le province ed, in particolare, la provincia di Frosinone ulteriormente penalizzate: questo territorio presenta numerose e gravi criticità ambientali, dall’inquinamento della Valle del Sacco al Nord, al caso Nocione nel territorio di Cassino: è il momento di basta ad ulteriori rifiuti nella Provincia di Frosinone e, quindi, di mettere fine ad un’errata gestione dei rifiuti nella Capitale. Dobbiamo unirci per ribadire il nostro fermo NO all’ampliamento della discarica di Cerreto, nel comune di Roccasecca . I cittadini della provincia non sono di serie B rispetto a quelli romani. Di ciò dovrà necessariamente tenerne conto il piano regionale rifiuti, l’ho ribadito anche nel corso del consiglio straordinario sulla gestione dei rifiuti del Lazio. ” E’ quanto dichiara il Consigliere Regionale del Lazio Pasquale Ciacciarelli, Presidente della V Commissione Cultura, Spettacolo, Sport e Turismo della Regione Lazio.

Cinzia Cerroni