Sanità – Il monito di Alfieri: “No allo scontro politico”

Domenico Alfieri presso il presidio dei manifestanti ad Anagni

“Penso che trasformare la vicenda del presidio ospedaliero di Anagni in uno scontro politico sia l’errore più grande che si possa fare. Non dimentichiamo che l’Ospedale di Anagni è stato chiuso dall’allora Presidente della Regione Renata Polverini e tutti i mali della Sanità Ciociara sono iniziati da allora.. L’onorevole Buschini come noi tutti ci tiene a dare una risposta sanitaria all’area Nord e sta lavorando in questa direzione naturalmente senza demagogia, cercando di lavorare anche e soprattutto in linea con quanto prevede l’attuale normativa e situazione economica. Penso che debba fare necessariamente la sua parte anche il governo giallo-verde e non si possono scaricare tutte le responsabilità alla Regione che per molti versi ha le mani legate. Ieri nella direzione Pd è stato approvato un documento inviato al Presidente Zingaretti e all’Assessore D’Amato che contiene proposte realizzabili e concrete che vanno nella direzione di un netto miglioramento e potenziamento del presidio Anagnino. Ragioniamo sulle cose realizzabili senza strumentalizzazione politica e demagogia. Il ruolo delle istituzioni è questo”. A stretto giro arrivata la presa di posizione del sindaco Alfieri che ha invitato a deporre le armi su un tema delicato che tocca tutti i cittadini della provincia di Frosinone.

Cinzia Cerroni