Sora: Erano in Cigs ma lavoravano per la loro cooperativa, 5 denunce per truffa ai danni dello Stato

Scoperta a Sora dalla Guardia di Finanza una truffa ai danni dello Stato messa in atto da cinque persone, appartenenti a una società cooperativa che opera nel settore della grande distribuzione alimentare con sede nella città volsca, mediante l’utilizzo di personale che di fatto era in cassa integrazione

Il raggiro è stato individuato grazie al’intensificazione dei controlli nel settore della spesa pubblica, disposti e coordinati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone e dalla Tenenza delle Fiamme Gialle di Sora, che ha portato a termine l’operazione di polizia giudiziaria ed economico-finanziaria

La indagini svolte dai militari della Gdf di Sora hanno permesso di rilevare che l’impresa indagata aveva richiesto e ottenuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l’autorizzazione alla procedura della Cassa integrazione guadagni straordinaria (Cigs), facendo così ridurre l’orario di lavoro dei dipendenti interessati da 40 a zero ore settimanali e con un’integrazione salariale corrisposta dall’Inps pari all’80% della retribuzione globale.

Il rappresentante legale della cooperativa e quattro lavoratori dipendenti sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Cassino per i reati di falsità ideologica e truffa aggravata ai danni dello Stato, per avere indebitamente percepito integrazioni salariali per un importo di circa 7.000 euro.

Con questo sistema fraudolento i cinque indagati erano riusciti praticamente a spostare tutto il costo del lavoro sulle casse dell’Inps, ottenendo in tal modo un illecito vantaggio economico.